Seleziona una pagina

“Se avessi chiesto ai miei clienti cosa volessero mi avrebbero risposto un cavallo più veloce.” Henry Ford

Questo è il punto di partenza del talk e significa: Il cliente non sà quello che vuole (o quello che può avere) all’inizio del progetto e spesso gli sviluppatori non sanno come farlo.

Le tecniche agili risolvono questi problemi perché ad ogni iterazione il cliente può vedere un prototipo funzionante e può cambiare idea in tempo per permettere agli sviluppatori di apportare le modifiche richieste con qualche iterazione in più. Ovviamente queste iterazioni aggiuntive non saranno gratuite.

Aspeli suggerisce infatti che il contratto debba essere creato usando come base le iterazioni. Per esempio impostando un prezzo per iterazione di xxxx€ e valutando che serviranno N iterazione per completare il progetto. Il prezzo totale del procetto sarà xxxx*N€.

Se il cliente richiede modifiche e/o integrazioni, esse saranno valutate in base al numero di iterazioni richieste M ed il prezzo diventerà xxxx*(N+M)€

Altri vantaggi di questa tecnica sono che ogni iterazione:

  • fornire valore aggiunto in modo incrementale
  • mantenere alta la visibilità del progetto
  • riduce il rischio di incomprensioni sui requisiti con il cliente
  • rimane adattabile al cambiamento lungo l progetto

Altri buoni consigli che Martin ci dà sono:

  • Non iniziare un progetto in cui il cliente è più grande di te di dieci volte
  • Non iniziare un progetto in cui il cliente è più piccolo di te di dieci volte
  • Aggiungi un premio di rischio del 10-25% sul contratto